Home / Storia del F.R.I.E.

Storia del F.R.I.E.

storia

Un impegno costante per sostenere lo sviluppo economico del Friuli Venezia Giulia.

F.R.I.E. Fondo di Rotazione per le Iniziative Economiche nel Friuli Venezia Giulia

Il FRIE è uno strumento agevolativo nato nel 1955 con la legge n 908 del 18 ottobre 1955 destinato allo sviluppo industriale del territorio di Trieste e della provincia di Gorizia, successivamente con la legge n 8 del 23 gennaio 1970 l’operatività del fondo, attraverso dotazioni regionali, si estende all’intero territorio regionale.

Questa linea di allargamento dell’operatività prosegue con la legge n 198 del 30 aprile 1976 e si consolida con gli interventi straordinari per il terremoto dello stesso anno.

Con il DPR n 110 del 23 aprile 2002 è stato attuato il trasferimento delle funzioni relative al fondo dallo Stato alla Regione Friuli Venezia Giulia, che ha provveduto a regolamentare la materia con la LR n. 9 dell’11 aprile 2003. In conformità all’art. 6 della stessa sono state stipulate le convenzioni con le Banche interessate (Unicredit Banca Spa, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia Spa, Mediocredito del FVG Spa, Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del FVG, Banca Di Cividale Spa, Banca Antonveneta Spa) per l’attivazione dei finanziamenti e ai sensi dell’art. 5 la convenzione per il supporto tecnico, amministrativo e organizzativo con il Mediocredito del FVG Spa.

Dal 01 gennaio 2008 tale assetto è pienamente operante.

Il fondo è amministrato da un Comitato di Gestione che ha sede a Trieste e nominato con decreto del Presidente della Regione, previa deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alle Attività produttive e composto dal Presidente e otto membri espressione del Consiglio regionale. I membri del Comitato devono essere in possesso dei requisiti di onorabilità e professionalità previsti dal DM n 161 del 18 marzo 1998.